MENU

I miei consigli per un matrimonio perfetto

Faccio questo lavoro con grande passione e amore e ben volentieri cercherò di aiutarvi rispondendo alle vostre domande e provando a sciogliere qualche dubbio.

E approfitto del mio sito per scrivervi qualche consiglio, naturalmente basato sulla mia sensibilità ed esperienza, per quanto riguarda la parte fotografica.

La preparazione: è uno dei miei momenti preferiti e spesso, soprattutto se un minimo organizzato, risulta davvero bello. E’ il primo approccio con lo stare davanti la macchina fotografica in questo giorno così importante e puo’ essere il modo per rompere il ghiaccio. E’ un momento molto emozionante, da vivere con la mamma, gli amici o i testimoni, che saranno a loro volta agitati e contemporaneamente eccitati. Alla sposa consiglio di indossare un kimono, una vestaglia o una sottoveste, ce ne sono di economiche nei negozi di intimo, soprattutto se la preparazione comprende il trucco a casa. In questo modo nelle foto apparirà già radiosa e non disordinata. Cercate il posto più luminoso e ampio per fare le foto della vestizione, anche se non è la camera, prediligendo una fonte di luce naturale: sicuramente le foto ne trarranno giovamento.

La luce è molto importante in fotografia, anche se si dà per scontata, e certe luci artificiali sono difficili da sistemare anche in postproduzione… sia per i colori, sia per le ombre che talvolta si creano sui volti: Photoshop è uno strumento fenomenale ma non è magia!

Se vi piace l’idea, potete dare agli amici più stretti un colore come tema nell’abbigliamento, magari facile come il blu o il verde, in modo che siano coordinati, anche se liberi di scegliere se lungo o corto, cravatta o papillon e bretelle! Sono piccoli dettagli che rendono molto bene in fotografia.

Se la cerimonia sarà all’aperto sconsiglio le ore centrali della giornata in quanto la luce arriva perpendicolare e crea il bruttissimo (e difficilmente correggibile) effetto panda!

Entrate in chiesa con calma, per lasciare a tutti il tempo di godersi lo spettacolo, ma anche al fotografo di scattare senza perdere il momento, perché l’entrata è il momento più critico, in cui si passa da un momento di luce forte esterna ad un uno di penombra, quindi, se si vuole evitare il flash, occorre avere il tempo di reimpostare la macchina al volo!

E ora un consiglio davvero fatto col cuore: se riuscite, imparate le promesse a memoria… innanzitutto potrete farle guardando il vostro amore negli occhi e non guardando un foglio, e questa è la cosa più importante, oltre a ciò le foto verranno bellissime! Perché non avrete la testa bassa oppure il libretto davanti la faccia! Chiedete al celebrante se potete tenere il microfono in mano, sarebbe ancora meglio, così non ci sarà il suo braccio a nascondervi, o se puo’ essere messo sull’altare.

Se le sedie sono lontane avvicinatele, in questo modo potrete tenervi la mano durante la cerimonia…

Un piccolo segreto per la sposa per l’uscita: se hai il velo puoi abbassarlo sul viso, in modo che il riso non ti entri tra i capelli per non uscirne più! Il viso sarà ugualmente visibile e lo sposo potrà poi alzarlo per un bel bacio tra gli applausi! Per evitare di sporcare il vestito dello sposo invece si puo’ usare il riso privo di amido o precedentemente lavato, oppure coriandoli bianchi o petali di rosa…

Sono convinta che il matrimonio sia un giorno da festeggiare con amici e parenti e non con il fotografo, pertanto io sarò una presenza costante ma non invadente, con l’intento di cogliere i momenti che naturalmente si succederanno.

Non ruberò molto tempo per la sessione dei ritratti di coppia, tempo permettendo cercherò di sfruttare le ore prima del tramonto, in cui la luce è più morbida e calda. Mi piace pensare che sia un momento intimo, in cui vi staccate dalla folla per scambiarvi finalmente le emozioni che state vivendo.

Non amo i ritratti posati, preferisco la spontaneità, quindi vi lascerò liberi di essere voi stessi, senza obbligarvi ad essere la coppia che non siete, dandovi solo qualche indicazione se necessario.

Normalmente non faccio le foto ai tavoli, e con questo intendo ad ogni singolo tavolo, in quanto appena dopo qualche minuto che tutti si sono accomodati, giustamente, il banchetto ha inizio e con questo anche la bellezza della preparazione! Pertanto preferisco cercare di immortalare amici e parenti durante i momenti di pausa o del buffet, magari con un bel bicchiere di vino in mano, finché chiacchierano tra loro o con voi.

Il matrimonio è un giorno speciale per voi ma anche per le vostre famiglie: è cosa rara lo stare tutti assieme, un evento da ricordare e celebrare. Pertanto se mi aiutate ad organizzare le foto di gruppo includeremo tutti, scegliendo il posto più adatto e preparando un bel sorriso da sfoggiare.

Cercate di organizzare la consegna delle bomboniere, se le avete, in modo che sia il più veloce possibile, perché la giornata sembra lunga ma in realtà passerà in un lampo! Potete avvertire gli invitati che possono prendere la bomboniera prima di andare a casa, spesso risulta la soluzione più comoda per tutti, anche per gli invitati stessi.

Io mi informerò se gli amici vi hanno organizzato degli scherzi, in modo da cercare di gestirne il tempo.

Per il taglio della torta parlerò con il catering appena arrivo in modo da capire dove e quando sarà organizzato: la mia sola paura è che sia organizzato nel prato completamente al buio! Chiedete che ci siano delle candele o dei fili con le luci (meraviglia!)

Sarò con voi anche durante le danze, se le avrete organizzate, perché mi diverto un sacco vedervi ballare felici, scarichi della tensione della giornata. Se vi concederete anche un bel ballo di coppia renderete felice anche me…e per la sposa, un bel paio di ballerine o scarpe da ginnastica di riserva in caso di bisogno!!

Sarà una lunga giornata, densa di emozioni, lacrime di gioia e sorrisi, e io sarò onorata se mi sceglierete per documentarla!

Un abbraccio

Paola

 

CLOSE
error: Content is protected !!